tela madonna del Carmine Gragnano

La grande tela originale della Madonna del Carmine di Gragnano non è visibile in quanto relegata nelle scale interne che conducono all’ex monastero. Una prigionia che perdura ormai dall’inizio del Novecento quando il soffitto della chiesa fu rifatto e la tela fu lasciata lì a causa della sua grandezza difficile da gestire. Al suo posto fu messo una nuova e più piccola tela della Madonna del Carmine. Il dipinto originario rappresenta San Simone Stock che riceve il primo scapolare dalla Madonna del Carmelo.

In basso a sinistra sembra di scorgere una tomba aperta, mentre a destra vi sono rappresentati i committenti, che dagli abiti sembrano di fine Seicento o del Settecento. Al centro ci sembra di intravedere il Vesuvio in eruzione. La tela, strappata in alcuni punti, è ricoperta da uno strato di polvere. Credo che l’iniziativa di restaurarla intrapresa dal rettore don Gerardo, sostenuto da un gruppo di fedeli molto determinati, sia da apprezzare e da sostenere.

Questo dipinto è molto bello e merita di essere studiato e conosciuto meglio ma soprattutto di essere rimesso in chiesa.

di Giuseppe Di Massa